01
mar

Sonni tranquilli con l’apparecchio ortodontico!

sonni-tranquilliLe apnee notturne sono un disturbo riconducibile a diversi fattori come l’età (dai 40 anni in su colpisce circa il 60% degli uomini ed il 40% delle donne) e ad altre patologie, di tipo cardiovascolare o legate al sovrappeso o all’obesità.
Questo fenomeno, causato dall’eccessivo rilassamento dei tessuti che avviene in fase di sonno, può bloccare temporaneamente le vie respiratorie. Concorrono all’ostruzione anche altri fattori quali tonsille ingrossate, depositi di grasso a livello faringeo o la posizione del corpo, a pancia in su.
L’apnea notturna causa una diminuzione del livello di ossigenazione del corpo per un periodo di tempo che va dai 10 secondi ai 2 minuti e che, se frequente, può portare a gravi conseguenze come infarti, angina, trombosi, ipertensione.


Si accompagna e spesso accentua il russamento, ovvero quel rumore che si produce quando l’aria passa attraverso le vie aeree ricoperte dai tessuti rilassati, facendoli vibrare.
Per porre rimedio a questo fenomeno si consiglia di rivolgersi ad uno specialista, in caso si soffra già di malattie cardiovascolari o respiratorie.
Anche lo Specialista in Ortodonzia  può giocare un ruolo importante nella valutazione del problema.
A volte infatti è la componente ortodontica che concorre nel creare il disagio notturno. Diversi i motivi: palati stretti non adeguatamente espansi con conseguente affollamento e altre funzioni compromesse come la tonicità labiale, la posizione della lingua e la deglutizione.

Be Sociable, Share!
Scrivi un Commento